La Fondazione Pisa » Progetti finanziati

Progetti finanziati

Ricerca scientifica e tecnologica

Seleziona un anno:

Ricerca scientifica e tecnologica - Progetti finanziati nell'anno 2017


Fondazione Pisana per la Scienza ONLUS

  • Beneficiario: Fondazione Pisana per la Scienza ONLUS
  • Importo: € 2.000.000,00

 La Fondazione Pisana per la Scienza ONLUS è protagonista di un ambizioso e complesso progetto di ricerca scientifica centrata sul campo di applicazione della geno-proteomica. Le linee di ricerca sviluppate presso il Centro, inizialmente focalizzate in ambito oncologico, con particolare riguardo all’indagine del tumore al seno e del tumore celebrale, e nelle neuroscienze, con particolare riguardo alle malattie degenerative del cervello, si sono estese nell’anno 2017 ricomprendo anche l’ambito cardiologico. Lo sviluppo delle attività scientifiche del Centro di ricerca sin qui indicate e le prospettive per il prossimo futuro, hanno rapidamente posto all’attenzione la necessità di disporre di un’adeguata sede operativa con ambienti e supporti tecnologici di dimensioni e qualità coerenti con la crescita dei volumi di attività. La nuova struttura è stata ultimata nel mese di novembre 2017 ed è immediatamente entrata in esercizio. L’inaugurazione ufficiale è avvenuta il giorno 22 febbraio 2018 alla presenza delle Autorità regionali e locali. 

ETHERNA - Teranostici ingegnerizzati dedicati all’invecchiamento di cuore e cervello

  • Beneficiario: Scuola Normale Superiore
  • Importo: € 1.079.400,00

Il progetto si pone l’obiettivo di individuare metodi ottimizzati per identificare precocemente i marcatori dei disordini dell’asse cervello-cuore, applicando una combinazione di tecnologie, modelli sperimentali e know-how e sviluppando strategie non invasive multimodali per riconoscere e rallentare l’insorgenza di patologie degenerative legate all’invecchiamento.

Studio traslazionale dell’infiammazione nell’invecchiamento

  • Beneficiario: Istituto di Neuroscienze del CNR
  • Importo: € 636.000,00

Questa ricerca intende caratterizzare la connessione reciproca tra marker infiammatori dovuti allo stile di vita e le conseguenze dell’attivazione del sistema immunitario nel cervello che invecchia. Scopo è mettere in evidenza indicatori biologici idonei al riconoscimento di individui ad alto rischio di sviluppare malattie legate all’invecchiamento e possibili target di intervento.

Nanotecnologie per la determinazione di marker molecolari tumorali e per la diagnostica precoce

  • Beneficiario: LAB NEST - Scuola Normale Superiore
  • Importo: € 600.000,00

L'identificazione di biomarcatori specifici dell’insorgenza e della progressione tumorale è un passaggio necessario per una diagnosi tempestiva e un trattamento personalizzato. Questo studio intende sviluppare un dispositivo per il rilevamento ultrasensibile di biomarcatori multipli in campioni e individuazione e validazione di nuovi biomarcatori per il cancro al seno e il glioblastoma.

SEMPRE - dispositivo SEnsorizzato di Monitoraggio e wireless per la PREvenzione delle ulcere cutanee

  • Beneficiario: Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale - UO Dermatologia Universitaria Ospedale S. Chiara
  • Importo: € 600.000,00

 Studio per la messa a punto di un dispositivo per il controllo in pazienti a rischio di sviluppo di ulcere cutanee croniche al di fuori dei centri ospedalieri specializzati. L’obiettivo è l’implementazione di un sistema di monitoraggio continuo domiciliare da impiegare a scopo preventivo, di individuazione di una terapia personalizzata e, in caso di infezione, di un più rapido intervento per ottenere migliori risultati terapeutici. 

Caratterizzazione clinica delle varianti missenso nei geni BRCA1/2 per la valutazione del rischio di tumore al seno

  • Beneficiario: Istituto Fisiologia Clinica CNR
  • Importo: € 500.000,00

 Il cancro al seno è il tumore maligno più comune nelle donne. L’analisi della sequenza del DNA nella linea germinale è in grado di identificare quelle varianti dei geni BRCA1/2 che potrebbero essere associate al rischio di cancro. Questo progetto intende studiare l’ipotesi che le varianti dei geni nelle regioni regolatorie di BRCA1/2 possano conferire un aumento del rischio di tumore al seno e arrivare a stabilirne la caratterizzazione più completa e il livello di rischio associato. 

Ricostruzione ad alta velocità di immagini tridimensionali di vasi sanguigni tramite processing di segnali nel dominio ottico (DIVINE)

  • Beneficiario: Istituto di Tecnologie della Comunicazione dell'Informazione e della Percezione (TeCIP) - Scuola Superiore Sant’Anna
  • Importo: € 499.937,08

La tomografia a coerenza ottica sfrutta la larghezza di banda garantita dal dominio ottico per raggiungere una risoluzione spaziale superiore rispetto a tecniche i cui tempi d'acquisizione eccessivi possono causare problemi cardiaci, come l’aritmia. Questo studio cerca di mettere a punto una maggiore velocità d'acquisizione e di processing per diminuire tali rischi e permettere un monitoring in tempo reale dell'intera struttura tridimensionale (3D) dell'arteria, rappresentando una svolta nella verifica del corretto posizionamento di stent a seguito di interventi chirurgici.

Morte cardiaca improvvisa (MCI) giovanile nel territorio Pisano: conoscerla per prevenirla

  • Beneficiario: Istituto di Scienze della Vita – Scuola Superiore Sant’Anna
  • Importo: € 427.265,00

 Poche condizioni mediche sono più traumatiche della morte cardiaca improvvisa (MCI) di una persona giovane. Nel singolo paziente le condizioni predisponenti possono essere note oppure asintomatiche e non diagnosticate, per cui la MCI risulta la prima manifestazione clinica. In base alle stime più recenti, solo nel 12-18% dei casi di MCI una cardiopatia predisponente era stata diagnosticata. Nel complesso, è giustificato considerare la MCI del giovane come un evento di rilevanza globale; si impone quindi lo sviluppo di strategie basate sull’evidenza scientifica e sul consenso di esperti per ridurre l’impatto della MCI giovanile. Questo progetto si propone di espandere la conoscenza del fenomeno e di definire strategie di prevenzione, attraverso l’integrazione delle basi di conoscenza, delle metodologie di analisi e degli interessi scientifici di strutture scientifico/sanitarie operanti nell’area pisana. 

Xenotrapianto di cellule tumorali primarie in embrioni di zebrafish: nuovo approccio di medicina personalizzata

  • Beneficiario: Dipartimento di Ricerca Traslazionale e delle Nuove Tecnologie in Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Pisa
  • Importo: € 422.000,00

Questo studio si concentra, nell’ambito della ricerca contro il cancro, su un nuovo concetto di medicina personalizzata sviluppatasi sul concetto dell'avatar di zebrafish e dello studio ‘co-clinico’. Il progetto intende condurre trial co-clinici utilizzando embrioni di zebrafish  per lo xenotrapianto di cellule tumorali umane come sistema modello per saggiare in vivo la suscettibilità al farmaco delle cellule tumorali del paziente. Nell’ottica del progresso di approcci di medicina personalizzata, paziente-specifici, l'utilizzo degli avatar di zebrafish sembra avere notevoli vantaggi rispetto agli avatar di topo in termini di costi, di tempi e di risultati.

Una terapia innovativa per le cardiomiopatie ereditarie: validazione sperimentale

  • Beneficiario: Scuola Superiore Sant'Anna
  • Importo: € 415.000,00

La ricerca intende sviluppare un nuovo metodo per la correzione di mutazioni geniche causanti la cardiomiopatia ipertrofica, ovvero la forma più frequente di patologia cardiaca ereditaria che rimane spesso asintomatica e pertanto non diagnosticata e che costituisce la causa più frequente di morte sui campi sportivi, colpendo anche soggetti giovani che praticano regolarmente attività sportiva.

1 | 2 - 16 risultati totali