La Fondazione Pisa » Progetti finanziati

Progetti finanziati

Arte, attività e beni culturali

Seleziona un anno:

Arte, attività e beni culturali - Progetti finanziati nell'anno 2016


Nuovo allestimento del Museo di Storia Naturale per ospitare la collezione Giorgio Barbero

  • Beneficiario: Museo di Storia Naturale e del Territorio
  • Importo: 490.000,00

Realizzazione di un intervento di ampliamento e riorganizzazione degli attuali spazi espositivi del Museo di Storia Naturale di Calci al fine di ospitare la collezione di animali proveniente dal ‘Museo Naturalistico Giorgio Barbero’ e donata all’Università di Pisa dalla Fondazione Barbero di Torino. La collezione, di grande rilevanza scientifica, comprende oltre 550 animali imbalsamati, provenienti da ogni angolo del mondo, esemplari tutti in ottimo stato di conservazione.

‘Il Borgo Murato’: restauro funzionale e messa in sicurezza del Camminamento di Ronda e della Torre dell’Orologio

  • Beneficiario: Comune di Vicopisano
  • Importo: 140.000,00

Interveto pluriennale conclusosi nel corso del 2016 e diretto al recupero architettonico della Cinta Muraria e delle Torri dell’antico borgo di Vicopisano, grazie all’intervento dell’omonima associazione di promozione sociale a suo tempo appositamente costituita tra la Fondazione, la Provincia di Pisa ed il Comune di Vicopisano. A completamento del più ampio intervento richiamato, nel 2016 la Fondazione ha deliberato di contribuire al restauro della Torre dell’Orologio (situata all’interno del borgo) risalente al XII-XII sec. ed alla integrazione ed ottimizzazione delle opere già realizzate che hanno interessato il “camminamento” di Ronda della Rocca del Brunelleschi. L’intervento nel suo complesso consentirà non solo la valorizzazione dell’intero sistema fortificato ma anche il recupero della fruibilità di luoghi altrimenti inaccessibili.

Restauro conservativo degli ambienti interni dell'edificio Ex Società Operaia a Buti

  • Beneficiario: Comune di Buti
  • Importo: 61.283,92

Restauro e risanamento conservativo dei locali interni dell'edificio detto Ex Società Operaia a Buti. L'edificio, di proprietà comunale, è oggi utilizzato dai gestori del Teatro F. di Bartolo come laboratorio per la realizzazione di scenografie ed allestimenti teatrali per le rappresentazioni di diverse compagnie. Il restauro e la riqualificazione degli ambienti interni dell'edificio (che segue il restauro della facciata principale esterna completato nel 2015 grazie al contributo della Fondazione) si pone come importante fase di recupero e valorizzazione dell'immobile. A seguito dell'intervento proposto sarà possibile utilizzare la struttura per la realizzazione di attività di interesse culturale quali incontri ed eventi espositivi.

Restauro conservativo del dipinto su tavola ‘Ascensione di Cristo’ di Alessandro Allori conservato presso la chiesa del Carmine di Pisa

  • Beneficiario: Soprintendenza di Pisa
  • Importo: 50.251,80

Restauro del dipinto ‘Ascensione di Cristo’ (olio su tavola cm 264x406 del 1581), inserito nell'altare marmoreo della parete nord della chiesa di Santa Maria del Carmine a Pisa e che rappresenta un esempio tipico della produzione manierista della pittura fiorentina della seconda metà del Cinquecento ed è espressione della maturità dell'autore. Il precario stato di conservazione in cui si trova il dipinto impone la necessità di provvedere con urgenza al suo restauro. Considerate le notevoli dimensioni dell'opera, si prevede di allestire il cantiere di restauro all'interno della stessa chiesa del Carmine svolgendo, al contempo, attività didattica per le scuole e per i visitatori.

Restauro affreschi Villa Baciocchi

  • Beneficiario: Comune di Capannoli
  • Importo: 48.845,50

Recupero delle superfici decorate poste all'interno del Salone Nobile della struttura immobiliare denominata Villa Baciocchi, di proprietà comunale, già interessata in passato da un intervento di recupero, sia strutturale che di parte dell’apparato pittorico, realizzato anche grazie al contributo dalla Fondazione. L’intervento finanziato dalla Fondazione si pone come parte di un più ampio lotto di lavori finalizzato al completamento del recupero e restauro delle opere pittoriche e di decoro della Villa Baciocchi che, una volta concluso, consentirà di restituire tale patrimonio artistico alla fruizione pubblica.

Grotta del Leone. L'uomo preistorico sul Monte Pisano

  • Beneficiario: Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell'Universita' di Pisa
  • Importo: 40.000,00

La Grotta del Leone, o Buca del Giannini, un bene culturale di grande rilievo storico, ambientale e scientifico dell'area pisana, che si trova lungo la strada che costeggia il Monte Pisano tra Asciano ed Agnano. Campagne di scavo realizzate negli anni ’50 e ’70 da studiosi locali avevano portato in luce testimonianze relative al Paleolitico superiore, al Neolitico e all’Età dei Metalli. La nuova campagna di scavo si è posta l’obiettivo di meglio comprendere le testimonianze documentate nella grotta e in senso più ampio arricchire il quadro crono-culturale delle frequentazioni antropiche nella Regione Toscana. Il progetto ha consentito altresì l’apertura di un nuovo settore espositivo legato alla preistoria del territorio pisano, attraverso la ricostruzione di una grotta in uno dei locali non ancora musealizzati del Museo di Storia Naturale dell'Università di Pisa.

Oratorio di Santa Maria e San Ranieri in Loc. Belvedere a Crespina

  • Beneficiario: Parrocchia di San Michele Arcangelo di Crespina
  • Importo: 40.000,00

Nel corso del 2015 la Fondazione aveva deliberato di concorrere al restauro e risanamento conservativo dell'Oratorio di Santa Maria e San Ranieri in Loc. Belvedere a Crespina, di proprietà della Parrocchia di San Michele Arcangelo di Crespina. L'intervento si concentrava principalmente sulla parte esterna dell’edificio, al fine di eliminare le cause che hanno provocato ingenti danni alle decorazioni, agli affreschi ed in generale ai paramenti esterni ed interni. Da un supplemento di indagine, al fine di rendere l’intervento maggiormente efficace, è emersa altresì la necessità di procedere al completo rifacimento delle coperture dell’Oratorio. A tale scopo, nel 2016, la Fondazione ha deliberato un contributo integrativo.

Restauro di due arazzi del Fondo Granducale Mediceo

  • Beneficiario: Polo Museale della Regione Toscana
  • Importo: 39.480,00

Restauro conservativo finalizzato all'esposizione, nei locali del Museo Nazionale di Palazzo Reale di Pisa, di due arazzi del Fondo Granducale Mediceo, risalenti alla seconda metà del XVI secolo, attualmente conservati nei depositi. Trattasi di un arazzo raffigurante San Paolo che riceve onori a Listra, tessuto in una delle più importanti arazzerie di Bruxelles della fine del Cinquecento e di un arazzo raffigurante Ercole e il leone Nemeo, di manifattura medicea.

Restauro del dipinto di Aurelio Lomi, “Il Martirio di Santa Caterina”

  • Beneficiario: Parrocchia Santa Caterina d'Alessandria a Pisa
  • Importo: 38.308,00

Restauro del dipinto di Aurelio Lomi, raffigurante il Martirio di Santa Caterina, che versa in cattivo stato di conservazione. L'Opera, di proprietà della Parrocchia di Santa Caterina in Pisa, è di grande interesse storico artistico ed è inserita nel catalogo delle opere di Aurelio Lomi (1556-1624) conservate nelle chiese cittadine aperte al culto. A seguito del restauro, l'Opera sarà ricollocata nella chiesa di Santa Caterina, regolarmente aperta al pubblico.

Restauro del crocifisso ligneo dell'Oratorio di San Bernardino

  • Beneficiario: Parrocchia di San Marco alle Cappelle
  • Importo: 16.226,00

Restauro di un crocifisso ligneo policromo del XV secolo, risalente probabilmente all'epoca di edificazione dell'Oratorio (1478-79), di proprietà della Parrocchia di San Marco alla Cappelle di Pisa. Dopo il restauro l'Opera sarà collocata nella chiesa di San Marco alle Cappelle, regolarmente aperta al pubblico. La nuova collocazione è resa necessaria dalle precarie condizioni dell'Oratorio che non possono garantirne la corretta conservazione e la pubblica fruizione.

1 | 2 | 3 | 4 - 34 risultati totali