La Fondazione Pisa » News » Presentato il nuovo Centro di Ricerca della Fondazione Pisana per la Scienza

Presentato il nuovo Centro di Ricerca della Fondazione Pisana per la Scienza

10 marzo 2017

Presentato il nuovo Centro di Ricerca della Fondazione Pisana per la Scienza

Si è tenuta questa mattina presso la struttura destinata a ospitare la nuova sede della Fondazione Pisana per la Scienza, la conferenza stampa di presentazione del nuovo centro di ricerca.

E’ infatti in fase avanzata di realizzazione la nuova struttura immobiliare, destinata ad ospitare nel prossimo mese di settembre, le strutture e le attività di ricerca della Fondazione Pisana per la Scienza ONLUS, ente di scopo della Fondazione Pisa cui è stata affidata la missione di sviluppare attività di ricerca scientifica e tecnologica in ambito biomedico. La fondazione svolge attività di ricerca scientifica in ambito oncologico e delle neuroscienze con una forte valenza di innovazione metodologica che prevede lo sviluppo di piattaforme tecnologiche che hanno anche l’obiettivo di potenziare la competitività della ricerca svolta dagli altri enti del territorio. 

Le attività di ricerca sviluppate nel recente passato dalla Fondazione Pisana per la Scienza, attualmente ospitate in via provvisoria presso le strutture del locale Comitato provinciale della Croce Rossa in località Ospedaletto, hanno fatto registrare una forte accelerazione che ha posto la necessità di disporre di una sede operativa adeguata alle prospettive di sviluppo.

La nuova struttura, concepita nel rispetto dei più avanzati standard internazionali in materia di centri di ricerca scientifica, è situata nel Comune di San Giuliano Terme, sulla medesima area in cui è stato realizzato il Centro Polifunzionale socio assistenziale Le Vele promosso dalla Fondazione Pisa per ospitare portatori di disabilità motorie e psichiche ed affidato al suo specifico ente di scopo Fondazione Dopo di Noi a Pisa - ONLUS.

La decisone di localizzare la nuova struttura di ricerca in prossimità di quella socio assistenziale rispecchia, per un verso, la natura delle attività scientifiche sviluppate, con particolare riferimento a quelle in ambito neuroscienze; per altro verso, colloca la nuova struttura in un comprensorio territoriale a forte vocazione scientifica, dove già esistono altri importanti insediamenti di ricerca (l’Area della Ricerca del CNR e il Dipartimento di Chimica dell’Università di Pisa e, nel prossimo futuro, il Centro di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna).

La struttura in questione si sviluppa su due piani fuori terra, per complessivi 3000 mq di superficie, comprese le ampie terrazze. Il piano terreno ospiterà gli uffici amministrativi, gli studi del personale di ricerca, spazi comuni e un auditorium capace di contenere fino ad un massimo di 90 persone. Il piano primo è invece interamente destinato ai laboratori di ricerca, uno dei quali con un livello di contenimento biologico di grado BSL2.

L'edificio, dotato delle più avanzate tecnologie in tema di sicurezza attiva e passiva, è interamente realizzato con tecnologia ‘a secco’ e con massiccio impiego di strutture portanti in legno lamellare.

Complessivamente a regime la struttura potrà accogliere 40 unità di personale di ricerca.

I lavori termineranno nel prossimo mese di luglio 2017 e nel successivo mese di settembre il centro di ricerca entrerà in fase operativa.

Merita al riguardo sottolineare il supporto istituzionale, tecnico ed amministrativo che il Comune di San Giuliano Terme ha costantemente assicurato all’operazione e che ci consente di procedere speditamente verso il risultato programmato, nel rispetto costante delle norme vigenti che disciplinano la materia.

A partire dal mese di ottobre 2016, la presidenza della Fondazione Pisana per la Scienza è stata affidata al Prof. Fabio Beltram. 

Il Prof. Beltram sottolinea la duplice valenza del progetto. Da una parte FPS si propone come una realtà di ricerca scientifica nuova con suo personale altamente selezionato e ambizioni di contribuire in modo significativo su importanti questioni di interesse biomedico, dall’altra gli investimenti in ambito tecnologico resi possibili dal supporto della Fondazione Pisa vogliono rappresentare una risorsa per tutta la comunità scientifica e clinica del territorio. 

Con la nuova sede e i nuovi investimenti strumentali previsti la Fondazione desidera proporsi con ancora più forza come partner sia agli enti di ricerca territoriali, sia al mondo medico. Già attualmente sono disponibili risorse strumentali e competenze allo stato dell’arte per l’analisi genomica e proteomica in ambito fisiologico e patologico, ma altre piattaforme saranno realizzate attraverso un piano strategico pluriennale reso possibile dal sostegno della Fondazione Pisa che sarà complementato dall’autofinanziamento attraverso la partecipazioni ai bandi competitivi europei e nazionali. Dal punto di vista della sua attività di ricerca propria, i settori prescelti sono quelli dell’oncologia e delle neuroscienze e su entrambi i fronti una stretta collaborazione istituzionale è prevista con alcune realtà istituzionali a partire dall’Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana. FPS collabora poi con gli atenei pisani sostenendo progetti di formazione dottorale e avvierà nella sua nuova sede un programma di outreach e di diffusione della cultura scientifica. Informazioni sulle attività sono disponibili sul sito della fondazione: www.fpscience.it

Oltre che dar vita alla Fondazione Pisana per la Scienza, quale proprio ente a carattere strumentale direttamente impegnato nell’attività scientifica, la Fondazione continua ad assicurare il proprio sostegno alle attività di ricerca proposte dalle istituzioni di ricerca presenti sul nostro territorio di riferimento, in risposta ai periodici avvisi emanati per lo specifico settore.

Al riguardo ricordiamo che il 15 gennaio 2016 abbiamo emanato uno specifico Avviso diretto a selezionare progetti di ricerca provenienti dal nostro territorio, con particolare riferimento alla macroarea scientifica della Biomedicina. In risposta al predetto Avviso sono pervenuti 70 progetti per la cui valutazione e selezione ci siamo avvalsi di qualificati referee internazionali ed indipendenti. Al termine della predetta procedura, che si è conclusa nel mese di dicembre us, sono stati individuatiti 14 progetti di ricerca, ritenuti maggiormente interessanti,  a cui abbiamo assegnato contributi, a titolo di cofinanziamento, di importo complessivo pari ad euro 6.558.454,93.

I 14 progetti selezionati per l’assegnazione di contributi sono riportati di seguito:

 

MicroRNA circolanti come biomarcatori predettivi di risposta e resistenza alla terapia nel melanoma metastatico

Soggetto proponente: Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana. 

Responsabile Scientifico e Coordinatore: Dott.ssa Laura Poliseno

 

Caraterizzazione clinica delle varianti missenso nei geni BRCA1/2 per la valutazione del rischio di tumore al seno

Soggetto proponente: Istituto di Fisiologia Clinica del CNR

Responsabile Scientifico e Coordinatore: Dott. Alvaro Galli

 

Valutazione prognostica dell’impiego di scaffold tridimensionali (3D) e gel iniettabili sulle lesioni croniche della pelle mediante nuove tecnologie di imaging biomedicale - PREVISION 

Soggetto proponente: Istituto di Fisiologia Clinica del CNR

Responsabile Scientifico e Coordinatore: Dott. Giorgio Soldani

 

Studio traslazionale dell’infiammazione nell’invecchiamento

Soggetto proponente: Istituto di Neuroscienze del CNR

Responsabile Scientifico e Coordinatore: Prof.ssa Michele Matteoli

 

Effetti genetici della disfunzione della coesina nella sindrome di Cornelia de Lange

Soggetto proponente: Istituto di Ricerca Genetica e Biomedica del CNR

Responsabile Scientifico e Coordinatore: Dott. Antonio Musio

 

ETHERNA – Teranostici ingegnerizzati dedicati all’invecchiamento di cuore e cervello

Soggetto proponente: Scuola Normale Superiore

Responsabile Scientifico e Coordinatore: Prof. Antonino Cattaneo

 

Nanotecnologie per l’analisi molecolare e la diagnosi precoce dei tumori

Soggetto proponente: Scuola Normale Superiore

Responsabile Scientifico e Coordinatore: Dott. Stefano Luin

 

Disturbi motori nel parlato e biofeedback visivo: simulare i movimenti articolatori in 3D

Soggetto proponente: Scuola Normale Superiore

Responsabile Scientifico e Coordinatore: Prof. Vincenzo Barone

 

Una terapia innovativa per le cardiomiopatie ereditarie: validazione sperimentale

Soggetto proponente: Scuola Superiore Sant’Anna

Responsabile Scientifico e Coordinatore: Prof. Fabio Recchia

 

Ricostruzione ad alta velocità di immagini tridimensionali di vasi sanguigni tramite processing di segnali nel dominio ottico (DIVINE)

Soggetto proponente: Scuola Superiore Sant’Anna

Responsabile Scientifico e Coordinatore: Dott. Antonio Malacarne

 

Dispositivo SEnsorizzato di Monitoraggio e wireless per la PREvenzione delle ulcere cutanee

Soggetto proponente: Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università di Pisa

Responsabile Scientifico e Coordinatore: Prof. Marco Romanelli

 

Diatec-Meso: Diagnostica, terapia e “clinical care”: strategie per districare il network di riprogrammazione delle cellule tumorali nel mesotelioma pleurico maligno

Soggetto proponente: Dipartimento di Biologia dell’Università di Pisa

Responsabile Scientifico e Coordinatore: Dott. Stefano Landi

 

Radiazioni Ionizzanti in Mammografia: conoscerle per limitarle. Sviluppo di un indicatore di dose innovativo in vista del recepimento della nuova Direttiva Europea

Soggetto proponente: Dipartimento di Fisica dell’Università di Pisa

Responsabile Scientifico e Coordinatore: Dott.ssa Maria Evelina Fantacci

 

Xenotrapianto di cellule tumorali primarie in embrioni di zebrafish: nuovo approccio di medicina personalizzata

Soggetto proponente: Dipartimento di Ricerca Traslazionale e Nuove Tecnologie in Medicina e Chirurgia dell’Università di Pisa

Responsabile Scientifico e Coordinatore: Prof. Luca Morelli

 

Da ultimo merita ricordare che, tenendo conto dei progetti di ricerca finanziati dalla Fondazione in base ad Avvisi precedenti e le cui attività di ricerca risultano tuttora in corso, i progetti attualmente in gestione sono 17, corrispondenti ad un onere economico complessivo in capo alla Fondazione di importo complessivo pari a 7,7 milioni di euro.