La Fondazione Pisa » News » Il progetto "Dopo di Noi a Pisa" - a fine luglio la struttura sarą ultimata

Il progetto "Dopo di Noi a Pisa" - a fine luglio la struttura sarą ultimata

22 luglio 2016

Il progetto "Dopo di Noi a Pisa" - a fine luglio la struttura sarą ultimata

Si è tenuta questa mattina presso la struttura "Dopo di Noi a Pisa" la conferenza stampa per dare seguito all’attività di informazione periodica sin qui seguita al fine di dare conto dell’andamento del cantiere per la realizzazione del Centro ‘Dopo di Noi a Pisa’ in località San Cataldo nel Comune di San Giuliano Terme.

Erano presenti il Presidente il Presidente della Fondazione Pisa, il Presidente e gli amministratori della Fondazione Dopo di Noi a Pisa ONLUS, il Sindaco di San Giuliano Terme ed il Presidente della Società della Salute di Pisa.

E' stata data notizia che nel pieno rispetto del crono programma lavori, a due anni esatti dall’apertura del cantiere, alla fine del corrente mese di luglio 2016 la struttura risulterà ultimata.

Il Centro è stato progettato, costruito ed allestito dalla ‘Fondazione Dopo di Noi a Pisa ONLUS’ quale ente strumentale della Fondazione Pisa che ha reso disponibili per realizzare tale iniziativa oltre 16 milioni di euro.

Il Centro, che sarà gestito direttamente dalla ‘Fondazione Dopo di Noi a Pisa ONLUS’, è destinato a dare risposta in modo significativo, seppure purtroppo non esaustivo, al bisogno di assistenza espresso da soggetti adulti del nostro territorio portatori di particolari disabilità (sindrome di down, autismo, sindrome spastica, ecc) e privi del completo sostegno della propria famiglia di origine.

Il Centro, che esprime una capacità ricettiva di 100 posti, di cui 40 in regime residenziale e 60 in regime diurno, è stato progettato e realizzato in conformità ai più avanzati standard di servizio in materia socio assistenziale.

La struttura infatti si colloca nel panorama di riferimento come una soluzione innovativa rispetto alla classica concezione di residenza socio assistenziale, proponendo un’organizzazione distributiva e funzionale: sicurezza, autonomia, accessibilità e familiarità sono i principali requisiti che la contraddistinguono.

Organizzata lungo una spina centrale longitudinale sulla quale si affacciano i doppi volumi, la struttura è suddivisa in sezioni funzionali: quella individuale della residenzialità, anche con moduli casa famiglia, e quella collettiva delle attività di gruppo e socializzazione (centro diurno) comprendendo gli spazi esterni, le chiostre interne e quattro grandi terrazze al piano soppalco per attività di tipo estivo.

La sezione residenziale ospiterà utenti che richiedono la permanenza continuativa in una struttura protetta. Gli utenti di tale sezione parteciperanno alle attività programmate per il centro diurno, vivendo un’esperienza abitativa globale che si svolge in spazi finalizzati a stimolare una crescita del senso di appartenenza ad una comunità di tipo familiare.

Il Centro infatti è stato concepito come una residenza i cui tratti di domesticità la avvicinano ad un ambiente ‘familiare’, contribuendo a rassicurare l’ospite ed a renderlo più autonomo nel comportamento.

Nelle prossime settimane le attività proseguiranno per l’ultimazione dei collaudi, l’asseverazione delle certificazioni e l’acquisizione delle occorrenti autorizzazioni ad esercitare l’attività caratteristica.

Merita al riguardo sottolineare il supporto istituzionale tecnico ed amministrativo che il Comune di San Giuliano Terme ha costantemente assicurato e che ha consentito di  procedere speditamente verso l’odierno risultato, sempre  nel rispetto delle norme vigenti che disciplinano la complessa materia.

Il Comune di Pisa, da parte sua per competenza, ha assunto impegno a realizzare entro il prossimo mese di ottobre il quarto braccio della rotatoria per assicurare l’accesso agevolato dei disabili, dei familiari e dei mezzi speciali alla struttura dalla parte anteriore dove è situato l’ingresso principale.

Parallelamente verranno definite le modalità operative di gestione della struttura.

Con la realizzazione del Centro ‘Dopo di Noi a Pisa’ il nostro territorio si pone quindi all’avanguardia nazionale ed internazionale nell’erogazione di servizi socio assistenziali alla comunità.

E’ adesso compito delle strutture pubbliche competenti valorizzare pienamente questa presenza considerandola quale complemento funzionale per ottimizzare il servizio socio assistenziale già prestato sul territorio a favore delle categorie deboli cui è destinata.

Premesso tutto ciò, se non si verificheranno eventi oggi imprevedibili, siamo oggi in condizione di indicare il prossimo mese di novembre per l’avvio progressivo delle attività del Centro.

Interventi:

Avv.to Pugelli, Presidente della Fondazione Pisa: ‘La realizzazione della struttura, pur nella sua complessità, rappresenta un obiettivo intermedio e strumentale verso lo scopo ultimo dell’iniziativa, rappresentato dall’erogazione di attività socio assistenziale a favore di soggetti disabili. Per il pieno raggiungimento di questo scopo è ora necessario che tutti i soggetti istituzionali coinvolti collaborino pienamente, ciascuno per quanto di propria competenza. Il nuovo Centro arricchisce l’offerta di servizi socio assistenziali presente nel nostro territorio, ma si tratta di un arricchimento non solo quantitativo bensì qualitativo, offrendo alle categorie di soggetti svantaggiati ed alle loro famiglie un ambiente unico in cui svolgere e sviluppare appieno le proprie attitudini e potenzialità.’.

Notaio Gambini, Presidente della Fondazione Dopo di Noi a Pisa: ‘Vediamo finito un intervento che all’inizio sembrava visionario. Lo abbiamo realizzato in pochi anni, attraverso un’organizzazione essenziale ma fortemente motivata, sapendo che l’urgenza era la principale esigenza da soddisfare per dare risposta alle famiglie del territorio che quotidianamente devono fare i conti con la disabilità e che spesso non sanno a chi rivolgersi per trovare un sollievo. Ritengo perciò doveroso esprimere il pieno apprezzamento verso gli amministratori ed il personale della Fondazione, l’Amministrazione comunale di San Giuliano Terme, i professionisti e le ditte che con impegno e spirito collaborativo hanno reso possibile l’ultimazione della struttura nel pieno rispetto del programma di lavoro iniziale. La fase che adesso si apre è ancora più complessa, ma confidiamo nel medesimo impegno e collaborazione, anche per conseguire la opportuna integrazione con il servizio pubblico attivo nel territorio’.

Dott. Di Maio, Sindaco del Comune di san Giuliano Terme: ‘L’Amministrazione comunale ha immediatamente colto l’opportunità e la responsabilità rappresentata dall’insediamento nel proprio territorio della nuova struttura socio assistenziale ideata dalla Fondazione Pisa. Nel rispetto dei vincoli e delle agibilità presenti nella legislazione vigente, ha quindi da subito assunto un atteggiamento collaborativo e fattivo, nella piena consapevolezza dell’importanza dell’esigenze sottese ad una celere realizzazione della struttura. Altro aspetto rilevante per l’Amministrazione è rappresentato dalle ricadute in termini occupazionali, diretti e indiretti, collegate alla struttura, sia in fase di realizzazione che di esercizio a regime. Ritengo quindi che l’attuale vicenda possa essere ritenuta quale esempio di ‘best practice’ nella collaborazione tra pubblico e privato e valga a rafforzare l’immagine ‘business friendly’ del territorio del Comune di San Giuliano.’.

Il Presidente della Società della Salute, Sandra Capuzzi intervenendo ha sottolineato “L’investimento realizzato dalla Fondazione rappresenta certamente un elemento di ricchezza per l’offerta di servizi socio sanitari del territorio pisano. La SdS Pisana, che si avvia ad attivare un nuovo processo di programmazione zonale pluriennale connessa all’avvio del prossimo Piano Socio Sanitario Integrato Regionale, si adopererà affinché si possano creare con questo progetto sinergie e collaborazioni tali da integrare e rafforzare la rete dei servizi territoriali del Durante e Dopo di Noi.’.